Nuovi requisiti per la migrazione dell’Alluminio da Giocattoli

nuovi-limiti-su-alluminio-nei-giocattoli
Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Come per la Formaldeide, Novembre porta delle novità interessanti, la DIRETTIVA (UE) 2019/1922 DELLA COMMISSIONE del 18 novembre 2019.

La Direttiva 2009/48/CE stabilisce limiti di migrazione per l’alluminio proveniente dai giocattoli o dai loro componenti. La verifica viene fatta attraverso il metodo EN 71-3, che prevede la cessione in una soluzione acida simulante i succhi gastrici del bambino. Attualmente i limiti per l’alluminio sono pari a:

  • 5625 mg/kg per il materiale per giocattoli secco, fragile, in polvere o flessibile (cat. I)
  • 1406 mg/kg per il materiale per giocattoli liquido o colloso  (cat. II)
  • 70000 mg/kg per il materiale rimovibile dal giocattolo mediante raschiatura (cat. III).

Il comitato scientifico dei rischi sanitari, ambientali ed emergenti (CSRSAE) ha esaminato i dati disponibili sulla tossicità dell’alluminio, tenendo conto dei diversi livelli di assunzione tollerabile per l’alluminio stabiliti dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare e nel suo parere definitivo sull’assunzione tollerabile di alluminio ai fini dell’adeguamento dei limiti di migrazione dell’alluminio nei giocattoli (Final opinion on tolerable intake of aluminium with regard to adapting the migration limits for aluminium in toys), adottato il 28 settembre 2017, il CSRSAE ritiene che una dose giornaliera tollerabile (tolerable daily intake,TDI) pari a 0,3 mg/kg di peso corporeo al giorno costituisca una base adeguata per la revisione dei limiti di migrazione per l’alluminio proveniente dai giocattoli.

Fatte le dovute scelte, si è convenuto nell’abbassare i limiti a:

  • 2250 mg/kg per il materiale per giocattoli secco, fragile, in polvere o flessibile(cat. I)
  • 560 mg/kg per il materiale per giocattoli liquido o colloso (cat. II)
  • 28130 mg/kg per il materiale rimovibile dal giocattolo mediante raschiatura(cat. III).

Cosa succede adesso?

A differenza della formaldeide il percorso è più semplice, la nuova Direttiva verrà recepita in Italia con la modifica del D. Lgs 54/2011, ma non ci sarà bisogno di una norma armonizzata, sarà modificato semplicemente il valore dei limiti descritti nella EN 71-3.

Se nei Vs rapporti di prova i valori di Alluminio erano già inferiori ai nuovi limiti fissati dalla commissione, farete solo una revisione del Fascicolo Tecnico in cui magari date evidenza che alla data attuale (ovvero, la futura data di entrata in vigore del requisito in Italia) non ci sono problemi con l’alluminio, vedasi Rapporto di Prova xxxxx.

Se invece i valori sono superiori ai nuovi requisiti, sarebbe opportuno indagare meglio le materie prime, trovare alternative e rifare i test EN 71-3.

In ogni caso, ricordatevi di aggiornare sempre il Fascicolo Tecnico e la Dichiarazione di Conformità con una data coerente e attuale.

Condividi questa pagina su
WhatsApp Facebook LinkedIn
Correlati
giocattoli-sostenibilità
Giocattoli

GIOCATTOLI E PARCHI GIOCHI ECO-SOSTENIBILI

Sostenibilità. Diamo una pennellata di verde ai nostri prodotti! A parte le giuste questioni etiche sul futuro dei nostri figli, appare sempre più rilevante l’impatto

Trova professionisti, laboratori, Ispettori, toy designer specializzati nella sicurezza dei giocattoli e parchi gioco

Scopri la directory di giochisicuri.com

portale-professionisti-laboratori-giocattoli

Richiedi un preventivo personalizzato per i tuoi fascicoli

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
  • Richiedi assistenza

Apri la Chat
Necessiti Informazioni? Contattaci qui..
Ciao, possiamo aiutarti?