Marcatura CE Giocattoli: quali sanzioni per Giocattoli non sicuri?

sanzioni-sicurezza-giocattoli
Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Quali sanzioni esistono nel mondo giocattoli e cosa rischio se i miei prodotti non sono conformi alla Direttiva Giocattoli?

Sono alcune domande che abbiamo fatto all’Avv. Sblendorio, che dopo aver parlato di parchi gioco in un post precedente, ha risposto anche sul tema giocattoli.

Prossimamente parleremo di RAPEX e di come viene fatta la vigilanza sul mercato, ma a volte si trovano degli articoli che hanno delle lacune veramente macroscopiche.

Se è vero che per dimostrare la non conformità si deve prelevare un articolo e analizzarlo presso un laboratorio, per quanto riguarda le avvertenze, il logo della marcatura CE e del divieto di 3 anni, chi sia il Fabbricante o l’importatore, basta solo prendere in mano il giocattolo per rendersi conto degli errori.

Questi errori non sono banali, sono previste sanzioni anche solo per le avvertenze fatte male!

Francamente, se si sbaglia a fare l’etichetta è lecito pensare che non si sia stati attenti a fare tutto il resto…
Ma andiamo nel dettaglio e vediamo cosa ha risposto l’Avv. Sblendorio.

Se produco e vendo su internet giocattoli artigianali fatti da me, senza marcatura CE che cosa rischio?


Avv. Sblendorio: «La funzione della marcatura CE è la tutela degli interessi pubblici della salute e sicurezza degli utilizzatori dei prodotti mediante la attestazione della rispondenza alle disposizioni comunitarie che ne prevedono l’utilizzo» (Cass. pen, n. 36228/2009, richiamata da Cass. pen., n. 43622/2018). In buona sostanza, la marcatura CE, pur non fungendo da marchio di qualità o di origine, costituisce un marchio amministrativo con cui «si attesta la conformità del prodotto a standard minimi di qualità e costituisce, pertanto, una garanzia della qualità e della sicurezza della merce che si acquista» (Cass. pen., n. 43622/2018).
AChi vende un giocattolo senza marcatura CE rischia una sanzione amministrativa che va da euro 2.500 a euro 40.000.
Invece rischia la reclusione fino a due anni o la multa fino a euro 2.065, colui che espone per la vendita al pubblico giocattoli con marchio CE contraffatto o falsificato. Tale condotta costituisce tentativo del reato di frode nell’esercizio del commercio, di cui all’art. 515 c.p. (Cass. pen, n. 42953/2014, richiamata da Tribunale Frosinone, sentenza 21 marzo 2017).

Nel caso un bambino si facesse male usando il mio giocattolo senza marcatura CE, sono previste sanzioni penali?


Avv. Sblendorio: Il giocattolo privo della marcatura CE, ove risulti difettoso, espone il produttore a responsabilità per danni da prodotto difettoso (nel caso sia dimostrato il nesso causale tra incidente e difettosità del giocattolo). Se il produttore, oltre a immettere sul mercato un giocattolo senza marcatura CE, non si sia assicurato che il giocattolo sia stato progettato e fabbricato conformemente alle norme di sicurezza, rischia l’arresto fino a un anno e un’ammenda che va da euro 10.000 a euro 50.000.

Quali sanzioni si applicano se i giocattoli sono privi di documentazione e avvertenze?


Avv. Sblendorio: I distributori sono puniti con una sanzione amministrativa che va da euro 1.500 a euro 10.000, mentre i fabbricanti/gli importatori con una sanzione amministrativa che va da euro 2.500 a euro 40.000.
Se il produttore di un giocattolo omette di indicare le avvertenze relative alle modalità di apertura della confezione, ossia omette di indicare che per detta apertura occorre l’assistenza di un adulto, il predetto produttore (oltre a essere destinatario della sanzione amministrativa su indicata, n.d.r.) sarà responsabile dei danni cagionati al bambino a causa di tale mancanza (Tribunale Rimini, sentenza 31 dicembre 2008).

Chi si occupa di fare la vigilanze del mercato?


Avv. Sblendorio: Il MISE (Ministero dello Sviluppo economico), le Camere di commercio territorialmente competenti e gli organi di polizia giudiziaria.

Se ho un sito internet in cui rivendo giocattoli artigianali, ho degli obblighi particolari?


Avv. Sblendorio: Se il titolare del sito è un venditore ed è una persona fisica o giuridica nella catena di fornitura, diversa dal fabbricante o dall’importatore, su di lui incombono gli stessi obblighi imposti ai distributori (deve verificare che il giocattolo rechi la marcatura prescritta e sia accompagnato dai documenti e dalle informazioni prescritte dalle norme in materia di sicurezza), oltre a quegli specifici vigenti in materia di vendite online.

Se il mio giocattolo contiene Ftalati in concentrazioni superiori ai limiti del Regolamento REACH, che cosa rischio?


Avv. Sblendorio: Si rischia l’arresto fino a tre mesi o un’ammenda da 40.000 a 150.000 euro.

Condividi questa pagina su
WhatsApp Facebook LinkedIn
Correlati
giocattoli-sostenibilità
Giocattoli

GIOCATTOLI E PARCHI GIOCHI ECO-SOSTENIBILI

Sostenibilità. Diamo una pennellata di verde ai nostri prodotti! A parte le giuste questioni etiche sul futuro dei nostri figli, appare sempre più rilevante l’impatto

Trova professionisti, laboratori, Ispettori, toy designer specializzati nella sicurezza dei giocattoli e parchi gioco

Scopri la directory di giochisicuri.com

portale-professionisti-laboratori-giocattoli

Richiedi un preventivo personalizzato per i tuoi fascicoli

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
  • Richiedi assistenza

Apri la Chat
Necessiti Informazioni? Contattaci qui..
Ciao, possiamo aiutarti?