Marcatura CE Giocattoli: Bastano le EN71 per garantire la conformità del Giocattolo?

Normative-EN-71-giocattoli
Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Le norme EN 71 sono sufficienti per garantire la conformità del Giocattolo?

Spesso sentiamo parlare della conformità alle EN 71 (fin troppo spesso solo le EN 71-1, EN 71-2 e EN 71-3) come unico strumento per marcare CE un giocattolo.

Ma invece, per la Sicurezza del Giocattolo, la conformità deve riguardare i requisiti della Direttiva Giocattoli 2009/48/CE, così come recepita in Italia dal D.Lgs 54/2011.

Quindi, intanto bisogna spostare il focus dalle EN 71 verso i requisiti della Direttiva Giocattoli

… E DICO TUTTI I REQUISITI!

  • Caratteristiche fisiche e meccaniche
  • Infiammabilità del prodotto
  • Proprietà chimiche
  • Proprietà elettriche
  • Igiene, Radioattività

Ma i problemi non finiscono qui…

Quando si marca CE un prodotto, si dichiara difatti la conformità a tutti i Regolamenti e Direttive applicabili, per cui bisogna inevitabilmente sforzarsi di sapere quale altra norma applicare, perché la Direttiva Giocattoli non basta…

Regolamento REACH (n. 1907/2006)

Innanzitutto, devi sapere che esiste un regolamento molto importante e che impatta su tutti gli articoli in vendita in Europa, si tratta del Regolamento n. 1907/2006, conosciuto come REACH. I giocattoli hanno delle restrizioni specifiche, vedi l’Annex XVII, per esempio i famosi Ftalati, il Benzene, la Formaldeide e altro ancora, quindi non puoi trascurare questi requisiti. Le sanzioni del REACH sono veramente importanti!!

È previsto anche l’arresto fino a 3 mesi o ammenda tra 40.000€ e 150.000€.

Poi, se si tratta di Giocattoli elettrici, il mondo si complica, devi considerare anche la Direttiva ROHS (ROHS 3), la Direttiva 2014/30/EU Compatibilità Elettromagnetica (EMC), la Direttiva 2014/53/EU Apparecchiature Radio (RED), Direttiva 2014/35/UE – LVD (Bassa Tensione). Se il giocattolo finisce a contatto con alimenti, vai a spulciare i vari Regolamenti sui Materiali a Contatto con Alimenti (MOCA o FCM)… in alcuni casi andiamo a toccare il mondo della cosmesi, con il REGOLAMENTO (CE) n. 1223/2009.

Quindi, occhi sempre ben aperti e non fermarti pensando che le EN 71 o la Direttiva Giocattoli siano sufficienti.

Ma perché si fa così spesso solo riferimento alle normative EN 71 ?

Perché le EN 71 sono le principali norme armonizzate per presumere la conformità per il requisito relativo.
Per esempio se parliamo di parametri Fisici e meccanici, applicando la EN 71-1 si pensa di essere conformi a tutto il requisito… ma non è sempre così!

Spesso bisogna guardare anche altri standard, ma soprattutto, se un determinato rischio non è coperto dalla norma allo stato attuale, allora si dovrà ricorrere per forza ad un Organismo Notificato (famoso moulo B+C), che deciderà come procedere per verificare la sicurezza.

In questo periodo è di forte attualità per esempio il dubbio sui Droni e elicotteri, perché certi rischi non sono coperti dalla EN 71-1 o dalle altre norme armonizzate. Qualcuno li vorrebbe del tutto fuori la Direttiva Giocattoli, ma più avanti faremo uno speciale solo su questo.

Ma considerato che le difficoltà non mancano mai, tieni in mente che tra i requisiti di sicurezza della Direttiva Giocattoli esistono anche l’igiene e la radioattività, per i quali non esiste alcuna norma armonizzata.

Così, se dalla analisi del rischio, emerge la necessità di verificare la sicurezza per questi due parametri, allora sarà necessario applicare il MODULO B+C della DECISIONE N. 768/2008/CE, rivolgendosi ad un Organismo Notificato (in inglese Notified Body) che si avvarrà di tutti gli strumenti necessari per stimare e valutare il rischio residuo, per poi emettere il Certificato CE del Tipo.

Nei prossimi post entreremo nello specifico della Differenza tra un Rapporto di Prova (usati per le procedure con modulo A di cui alla DECISIONE N. 768/2008/CE) e un Certificato CE del Tipo (usati per le procedure con moduli B+C).

Oltre i rapporti di prova e/o Certificati CE del Tipo, il fabbricante deve produrre il fascicolo tecnico con tutte le informazioni sulle materie prime, progettazione del giocattolo, schemi di produzione e controllo, oltre alla nota e fondamentale ANALISI DEL RISCHIO e il tutto propedeutico alla emissione della DICHIARAZIONE CE DI CONFORMITÀ.

La Dichiarazione CE di conformità è il documento riassuntivo di tutto il percorso compiuto dal fabbricante per garantire la sicurezza del giocattolo e va prodotta sulla base dell’allegato 10 del Decreto Legislativo n. 54/2011.

Condividi questa pagina su
WhatsApp Facebook LinkedIn
Correlati
giocattoli-sostenibilità
Giocattoli

GIOCATTOLI E PARCHI GIOCHI ECO-SOSTENIBILI

Sostenibilità. Diamo una pennellata di verde ai nostri prodotti! A parte le giuste questioni etiche sul futuro dei nostri figli, appare sempre più rilevante l’impatto

Trova professionisti, laboratori, Ispettori, toy designer specializzati nella sicurezza dei giocattoli e parchi gioco

Scopri la directory di giochisicuri.com

portale-professionisti-laboratori-giocattoli

Richiedi un preventivo personalizzato per i tuoi fascicoli

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
  • Richiedi assistenza

Apri la Chat
Necessiti Informazioni? Contattaci qui..
Ciao, possiamo aiutarti?