La Valutazione del Rischio Chimico nei Giocattoli

valutazione-rischio-chimico-giocattoli
Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

La direttiva sulla sicurezza dei giocattoli (come modificata dai successivi aggiornamenti) contiene una serie di disposizioni relative alla sicurezza dei giocattoli sotto vari profili: i pericoli di tipo fisico/meccanico, quelli di tipo elettrico ed anche i pericoli chimici sia rispetto alle caratteristiche tossicologiche che rispetto all’infiammabilità.

Infatti, nel procedimento di fabbricazione dei materiali che comporranno il giocattolo – come di qualsiasi prodotto o articolo che viene fabbricato – vengono utilizzate materie prime cioè sostanze e miscele chimiche, ed alcuni prodotti chimici possono anche venire aggiunti per conferire caratteristiche particolari che determinano la funzione d’uso a cui è destinato il prodotto finale (il giocattolo).

Il punto essenziale è che nel giocattolo finito non persistano concentrazioni eccessive di sostanze chimiche ed in particolare di quelle maggiormente preoccupanti per le loro caratteristiche tossicologiche, anche considerando che il giocattolo è destinato ad una fascia della popolazione che, potenzialmente, risulta essere maggiormente vulnerabile all’azione dei prodotti chimici.

Per questo la direttiva definisce delle limitazioni sia in termini di tipologie di sostanze che di quantitativi massimi ammissibili.

Prima di immettere un giocattolo sul mercato (art. 18 direttiva) i fabbricanti devono dunque effettuare un’analisi dei pericoli che il giocattolo può presentare

  • chimici
  • fisico-meccanici ed elettrici
  • di infiammabilità
  • di igiene
  • di radioattività

ed effettuano una valutazione della potenziale esposizione a tali pericoli.

Questa valutazione entra a far parte della documentazione tecnica (disposta all’art. 21 e elencata in allegato IV) che contiene tutti i dati necessari per garantire la conformità del giocattolo

  • ai requisiti di cui all’art. 10 (Requisiti essenziali di sicurezza)
  • all’allegato II (Requisiti particolari di sicurezza), requisiti necessari per ottenere la conformità del giocattolo e, dunque, la possibilità di immetterlo in commercio.

Continua la lettura scaricando gratuitamente il l’intero documento, clicca qui per leggere il pdf integrale


Condividi questa pagina su
WhatsApp Facebook LinkedIn
Correlati
UNI-EN-1176-Parchi-gioco
Parchi gioco

UNI EN 1176 Normativa sui parchi giochi pubblici

In questo post tratteremo nel dettaglio le norme necessarie per certificare i giochi per parchi pubblici playground e renderli sicuri per l’utilizzo dei bambini.Entreremo nel

Marchio-CE-Giocattoli
Giocattoli

Marchio CE sui Giocattoli ed Etichettatura

Indice Cosa significa CE sui giocattoli? Quali prodotti devono avere il marchio CE? Quali tipi di certificazioni si applicano ai giocattoli? Apposizione e forma del

Trova Ispettori e collaudatori specializzati nella sicurezza dei parchi gioco

Scopri la directory di giochisicuri.com

portale-professionisti-laboratori-giocattoli

Richiedi un preventivo personalizzato per i tuoi fascicoli

  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

  • Richiedi assistenza

  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden

Apri la Chat
Necessiti Informazioni? Contattaci qui..
Ciao, possiamo aiutarti?